regione marche    you tube facebook
L'associazione Meteofano.it ha il piacere di presentare a tutti i cittadini una novità assoluta!
Una webcam in diretta sulla bellissima Piazza XX Settembre nel cuore del Centro Storico di Fano. Buona visione a tutti: CLICCA QUI »
Data e Ora
Magnitudo e Distretto\ Area epicentrale (prov.) distanza da Fano - NOTE

2017-09-17 09:40

Ml2.4 Umbria\ Palazzo Mancinelli-vaccara (PG) 65 km from Fano, Central Italy - Mappa

Rischio sismico a Fano

La classificazione sismica del territorio nazionale ha introdotto normative tecniche specifiche per le costruzioni di edifici, ponti ed altre opere in aree geografiche caratterizzate dal medesimo rischio sismico.

In basso è riportata la zona sismica per il territorio di Fano, indicata nell'Ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri n. 3274/2003, aggiornata con la Delibera della Giunta Regionale delle Marche n. 1046 del 29.07.2003.

Zona sismica 2 Zona con pericolosità sismica media dove possono verificarsi terremoti abbastanza forti.

I criteri per l'aggiornamento della mappa di pericolosità sismica sono stati definiti nell'Ordinanza del PCM n. 3519/2006, che ha suddiviso l'intero territorio nazionale in quattro zone sismiche sulla base del valore dell'accelerazione orizzontale massima su suolo rigido o pianeggiante ag, che ha una probabilità del 10% di essere superata in 50 anni.

 

Zona
sismica
Fenomeni riscontratiAccelerazione con probabilità di superamento del 10% in 50 anni
1 Zona con pericolosità sismica alta.
Indica la zona più pericolosa, dove possono verificarsi forti terremoti.
ag ≥ 0,25g
2 Zona con pericolosità sismica media, dove possono verificarsi terremoti abbastanza forti. 0,15 ≤ ag < 0,25g
3 Zona con pericolosità sismica bassa, che può essere soggetta a scuotimenti modesti. 0,05 ≤ ag < 0,15g
4 Zona con pericolosità sismica molto bassa.
E' la zona meno pericolosa, dove le possibilità di danni sismici sono basse.
ag < 0,05g

Tabella dell'altezza degli edifici per zona sismica

Nota: Si calcola che a Fano (PU), nel 2008 ci siano 48869 abitazioni, di cui 6617 a rischio sismico, costruite prima del 1976 che non supportano criteri antisimici, e di ben 42252 che godono di norme antisismiche.